Monitoraggio dei rischi climatici: elemento centrale di una vigilanza sui mercati finanziari previdente

La FINMA ritiene che i rischi climatici continuino a rappresentare un pericolo per la piazza finanziaria svizzera in un orizzonte di lungo periodo. Essa affronta il tema in modo sistematico e attualmente sta analizzando eventuali rischi elevati legati ai cambiamenti climatici presso gli assoggettati in Svizzera. Sulla base di un’analisi del rischio, la FINMA tratta i rischi rilevanti in relazione alle principali banche e assicurazioni. Insieme alla Banca nazionale svizzera e agli esponenti del mondo scientifico, la FINMA analizza inoltre, nel quadro di un progetto pilota, i rischi di entrambe le grandi banche. Oltre a ciò, la FINMA intende aumentare la consapevolezza di tali rischi introducendo un obbligo di pubblicazione esteso. Una pubblicazione più completa e uniforme di tali rischi finanziari promuove la trasparenza sul mercato, la consapevolezza del rischio da parte degli istituti finanziari e la certezza del diritto.

 

Laddove si ripercuotano sulle categorie di rischio note (rischi di credito, di mercato, di liquidità e operativi e, nel settore assicurativo, anche rischi assicurativi), i rischi finanziari causati dai cambiamenti climatici devono già oggi essere considerati e, se ritenuti essenziali, anche pubblicati. Da un lato, la concretizzazione dei requisiti concernenti la pubblicazione dei rischi finanziari causati dai cambiamenti climatici consente di aumentare la consapevolezza della necessità di individuare tali rischi; dall’altro, agli istituti finanziari assoggettati alla vigilanza viene fornito un quadro concreto e improntato alla certezza giuridica per la pubblicazione, rafforzando così la trasparenza per tutti i partecipanti al mercato. Le disposizioni complementari in materia di pubblicazione negli ambiti di governance, strategia, gestione dei rischi e metriche si inseriscono nel vigente quadro delle pertinenti circolari concernenti la pubblicazione per banche e assicurazioni e, dal punto di vista contenutistico, si orientano alle raccomandazioni internazionali della Task Force for Climate-related Financial Disclosures (TCFD). I nuovi obblighi in materia di pubblicazione si applicheranno agli istituti delle categorie di vigilanza 1 e 2 (istituti estremamente importanti e complessi e istituti molto importanti e complessi).

Monitoraggio FINMA dei rischi 2020

Ultima modifica: 11.11.2020 Dimensioni: 0,48  MB
Aggiungere ai favoriti
Backgroundimage